Music Copyright Society of China: per la prima volta le entrate superano i 100 milioni di yuan

La società di autori cinese Music Copyright Society of China (MCSC) ha registrato un aumento del 23,6% delle entrate lo scorso anno e ha incassato 109,9 milioni di yuan, pari a 17,4 milioni di dollari. Gran parte della crescita degli incassi, che per la prima volta hanno superato i 100 milioni di yuan, si è verificata nel settore dell’emittenza e in quello dei contratti di licenza.
Alla fine del 2009, il Consiglio di Stato cinese ha emanato una normativa relativa al pagamento di royalties da parte delle emittenti radiotelevisive ai detentori dei diritti per l’utilizzo della musica.
Le norme sono entrate in vigore nel 2010 ma gli accordi con le emittenti e la preparazione delle informazioni relative all’utilizzo di opere musicali hanno richiesto tempo, per cui gli effetti sugli incassi sono stati ritardati di qualche anno. Nel 2012 il settore dell’emittenza ha rappresentato la seconda fonte di entrate per MCSC.
Fondata nel 1992, la Music Copyright Society of China è l’unica organizzazione riconosciuta ufficialmente nel Paese asiatico per la gestione dei diritti d’autore nel settore musicale.
Fonte: www.siae.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.