MP3.com apre in Europa, ma senza le tecnologie incriminate

MP3.com si appresta a lanciare tre siti europei in francese, spagnolo e tedesco, ma questi non conterranno le tecnologie utilizzate in my.mp3.com che hanno causato i ben noti problemi di copyright negli Stati Uniti.
“Stiamo negoziando per ottenere licenze internazionali” ha affermato Michael Robertson, CEO di MP3.com, “per cui my.MP3.com non sarà reso subito disponibile”.
my.MP3.com e Beam-It! sono le tecnologie che permettono all’utente di scaricare online in formato MP3 i CD precedentemente acquistati, per poi ascoltarli virtualmente ovunque. Attualmente nei server di MP3.com sono contenuti circa 80.000 CD, che possono essere trasferiti nell’area personale dell’utente una volta che questo ha provato di aver acquistato l’originale.
Il lancio dei nuovi siti è previsto entro la seconda settimana di ottobre.
La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.