Marrakech: trattato internazionale con eccezioni copyright su libri per non vedenti

I rappresentanti dei 186 stati membri della Ompi /Wipo (World Intellectual Property Organization), riuniti a Marrakech alla Conferenza Diplomatica dal 18 al 28 giugno, hanno adottato la settimana scorsa un trattato internazionale per facilitare l’accesso alle opere protette da copyright da parte di persone non vedenti, anche utilizzando le nuove tecnologie.
La Wipo, sollecitata dalla Santa Sede che è intervenuta all’incontro, ha indicato nell’accordo che sarà incentivata la condivisione di libri in formato braille a livello internazionale, anche nei Paesi in via di sviluppo. Stevie Wonder ha preso parte venerdì 28 giugno alla celebrazione del trattato che si è svolta nel Palazzo dei Congressi di Marrakech.
Secondo il sito del Wipo, i beneficiari di questo trattato, definiti come visually impaired persons , sono persone con gravi danni alla vista e con una disabilità fisica che non permette loro di leggere un testo standard.
Il testo del trattato dovrebbe includere una richiesta alle nazioni di introdurre eccezioni e limitazioni nelle loro leggi sul copyright per permettere la produzione di libri in formato accessibile consentendo lo scambio internazionale, pur garantendo i diritti di autori ed editori contro utilizzazioni abusive di loro opere.
Fonte: www.siae.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.