L’Italia ospite d’onore al Salone del libro per ragazzi di Montreuil: un grande successo

Si sono chiuse ieri le porte della 25 esima edizione del Salon du livre et de la presse jeunesse a Montreuil (Parigi), immancabile evento editoriale francese interamente dedicato al libro per bambini e ragazzi che ha avuto quest’anno l’Italia come ospite d’onore.
Queste le cifre dell’edizione 2009 comunicate con evidente soddisfazione dalla direttrice del Salon Sylvie Vassallo: 150.000 visitatori a fronte dei 149.000 dell’edizione del 2008. Si è registrato inoltre un aumento della presenza del pubblico professionale (editori, autori, illustratori, insegnanti) e di quella di adulti e adolescenti, soprattutto nell’apertura serale di venerdì 27 novembre.
La presenza italiana, coordinata dall’Associazione Italiana Editori (AIE) con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’Istituto nazionale per il Commercio Estero, ha suscitato molta curiosità e interesse, registrando un enorme successo di pubblico. Grandissima affluenza a tutti i 24 incontri organizzati nel Caffè letterario. Le scolaresche accompagnate dai loro insegnanti nei giorni feriali e le numerosissime famiglie durante il week-end hanno letteralmente invaso il coloratissimo Padiglione italiano per incontrarne i suoi protagonisti: Allegra Agliardi, Beatrice Alemagna, Francesco Tullio Altan, Pierdomenico Baccalario, Silvia Bonanni, Davide Calì, Anna Laura Cantone, Chiara Carrer, Silvana De Mari, Silvana Gandolfi, Beppe Giacobbe, Federica Iacobelli, Roberto Innocenti, Antonio Marinoni, Beatrice Masini, Lorenzo Mattotti, Angela Nanetti, Fabian Negrin, Roberto Piumini, Maurizio Quarello, Giusi Quarenghi, Alessandro Sanna, Guido Scarabottolo, Paola Zannoner.
Seguitissimi gli atelier in cui gli illustratori hanno guidato bambini e ragazzi, suddivisi per fasce d’età comprese dai 6 ai 12 anni, a liberare la loro fantasia e creatività . Ottima riuscita anche degli incontri professionali concentrati nella giornata del 30 Novembre: occasioni di confronto bilaterale sullo stato dell’editoria per ragazzi in Italia e in Francia e sulla traduzione, con un omaggio ai grandi precursori italiani come Bruno Munari, Enzo Mari e Gianni Rodari.
Viva la soddisfazione di Alfieri Lorenzon, direttore dell’AIE: “La partecipazione dell’Italia ha certamente contribuito ad accrescere l’interesse e l’attenzione per la produzione dell’editoria per ragazzi italiana. Il Salon rappresenta una bella formula per avvicinare i giovani, le famiglie e le scuole ai libri: un esempio da imitare”.
Erano 500 i titoli in italiano e in francese presenti negli scaffali dei 100 metri quadrati della libreria per un totale di circa 3.500 volumi. Da mercoledì 25 Novembre (giorno dell’inaugurazione) a oggi ne sono stati venduti circa 2.200, per un fatturato complessivo di 23.000 euro. I più venduti, oltre ai classici – e in particolare i libri di Gianni Rodari ” i titoli di tutti gli autori presenti, autori letteralmente presi d’assalto nel momento in cui hanno incontrato il loro pubblico: domande, richieste di spiegazioni sul loro lavoro, dediche sui loro libri.
Straordinario l’interesse dimostrato da grandi e piccini per le mostre organizzate in biblioteche, mediateche e altri spazi espositivi della città di Parigi (che resteranno aperte al pubblico anche dopo la fine del Salon) e per le illustrazioni originali presenti nel Padiglione italiano, ancora inedite in Europa, di Roberto Innocenti, vincitore del premio Andersen 2008. L’arrivo e la presentazione del personaggio della Pimpa, con le parole e i disegni del suo ideatore Francesco Tullio Altan, è stato salutato da una grande partecipazione di pubblico.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.