L’industria discografica britannica riporta un’importante vittoria

Importante vittoria dell’industria discografica britannica che, sotto l’egida della British Phonographic Industry (BPI), ha prevalso nella causa in atto contro EasyInternet Café.
BPI aveva infatti intentato causa contro la popolare catena in quanto, nei diversi Cafè, veniva offerta agli avventori la possibilità di masterizzare la musica illegalmente scaricata da Internet.
In relazione a tale attività BPI sosteneva che vi fosse una aperta violazione delle leggi in materia di copyright, accusa rigettata con fermezza dalla convenuta.
Il giudice Justice Smith ha ritenuto EasyInternet Café totalmente responsabile della violazione, nonostante i tentativi di quest’ultima di addossare la responsabilità agli avventori.
Non è ancora stata decisa l’entità del risarcimento.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.