Le case discografiche americane contro la copia privata

L’industria discografica ha citato in giudizio nei giorni scorsi la Home Recording Rights Coalition (HRRC), minacciando anche di chiedere nei confronti dei consumatori privati, definiti “pirati”, provvedimenti senza precedenti.
Il Presidente di HRRC, Gary Shapiro, si è detto attonito: “avevamo lavorato in buona fede insieme all’industria discografica per sostenere l’approvazione dell’Home Recording Act (AHRA), avendo ricevuto da parte loro la garanzia che avrebbero messo la parola “fine” sulla crociata contro l’uso privato, a scopo non commerciale, di materiali tutelati. Invece le case discografiche hanno sottoscritto un’azione legale proprio contro utilizzi esplicitamente contemplati dall’AHRA e “dimenticandosi” di menzionare la legge che prevede l’obbligo della corresponsione di compensi per questo genere di utilizzazioni, legge appositamente pensata appunto per evitare questo genere di azioni”. Shapiro ha accusato le case discografiche di non aver mantenuto fede alla parola data alle Corti, al Congresso e al pubblico quando intrapresero l’azione Grokster: allora avevano promesso che non avrebbero minacciato l’uso domestico, privato, a scopo non commerciale.
Shapiro ha anche osservato che l’avvocato che ha agito contro HRRC è lo stesso che aveva affermato davanti alla Corte Suprema che scaricare un CD da un PC e poi registrarlo su supporto fisso, senza pagare i compensi, sarebbe lecito: questi, peraltro, rappresenta ora la medesima società che aveva assicurato che non avrebbe mai intrapreso iniziative contro l’utilizzo di apparati come il videoregistratore TiVo.
Shapiro conclude definendosi in sostanza molto deluso, alla luce del fatto che HRRC si è sempre dimostrata collaborativa nei confronti dell’industria musicale: ciò, però, finché le loro rimostranze sono apparse ragionevoli.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.