Le aziende IT si difendono dagli hacker

Oggi un gruppo di più di venti aziende operanti nel campo dell’informatica, come Intel, AT&T, Microsoft, IBM e Hewlett Packard, annuncerano la creazione di un network privato per condividere informazioni sulla sicurezza informatica e sugli cyber-attack.
Il network nasce dall’esperienza maturata durante gli anni dell’allarme Y2K, ed è supportato dal Dipartimento del Commercio e dall’Associazione per l’Information Technology americani.
Questo tipo di reti, chiamate ISAC (Information Sharing and Analysis Centers), sono nate nel settore finanziario e delle telecomunicazioni. Durante gli anni di preparazione al bug del 2000, la Casa Bianca ne ha incoraggiato lo sviluppo anche nel campo dell’IT, in particolar modo per condividere informazioni riguardo la sicurezza dei sistemi informativi.
Attraverso questi network privati le aziende partecipanti posso condividere in tempo reale informazioni sulla sicurezza, da cyber-attacchi a falle appena scoperte, così che tutti gli affiliati al network possano proteggersi preventivamente e studiare soluzioni di difesa comuni.
La redazione – Fonte: Newsbytes

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.