L’associazione degli editori americani propone una moratoria del progetto di catalogazione elettronica dei libri

Association of American Publishers (AAP) ha richiesto che Google sospenda, per un periodo di almeno sei mesi, la propria attività di digitalizzazione e catalogazione dei libri editi dai componenti l’Associazione stessa.
La sospensione è stata richiesta affinché la società possa fornire adeguate garanzie in merito alla conformità del progetto in atto con la normativa in materia di copyright in quanto, lo stesso, prevede la digitalizzazione di milioni di testi detenuti da cinque delle maggiori biblioteche presenti in ambito internazionale.
La moratoria è stata richiesta allo scopo di creare un terreno di discussione privo di quelle tensioni generate dalla attività di Google che, secondo quanto riportato da AAP, con il consenso delle Università del Michigan e di Stanford, sta già digitalizzando testi protetti da copyright per i quali non ha ottenuto la dovuta autorizzazione.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.