La Russia aderisce al WTO

Il 22 agosto scorso, dopo un negoziato durato per 18 anni, la Russia è entrata ufficialmente a far parte del WTO – World Trade Organization, l’organismo che regola gli scambi commerciali internazionali in tutti i settori merceologici, compreso quello della proprietà intellettuale, e che si propone di ridurre le barriere tariffarie fra i vari paesi.
Dopo un breve periodo di transizione ” come afferma un comunicato del WTO ” la Confederazione russa applicherà tutte le disposizioni in materia di commercio internazionale e un dazio medio del 7,8% sulle importazioni dall’estero.
Commenti positivi sono stati formulati dall’Unione europea: il Commissario per il commercio Karel de Gucht ha dichiarato che l’adesione della Russia al WTO è “un grande passo avanti per l’ulteriore integrazione della Russia nell’economia mondiale” e “faciliterà scambi e investimenti, stimolerà la modernizzazione dell’economia russa e offrirà enormi opportunità sia alle imprese russe che a quelle europee. Credo che la Russia si atterrà all’impegno assunto di soddisfare le regole e le norme del commercio internazionale”.
L’adesione al WTO comporta anche l’adesione al trattato TRIP’s sulla tutela della proprietà industriale e intellettuale.
Fonte: www.siae.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.