La Commissione Europea indaga a fondo sulla fusione Sony-BMG

La Commissione Europea ha deciso di approfondire gli accertamenti in merito al progetto di fusione tra Sony e BMG.
Infatti dopo il consueto mese di attività di analisi, dovuta in casi come questo, la Commissione ha ritenuto opportuno approfondire l’indagine per verificare concretamente la possibilità che le aziende, a fronte dell’operazione, assumano una posizione dominante nel mercato discografico e mettano a repentaglio la concorrenzialità dello stesso.
Si pensi che se l’operazione fosse approvata Sony-BMG e Universal da sole coprirebbero approssimativamente il 50% del mercato.
L’analisi coinvolgerà non solo il settore discografico, ma anche gli altri settori interessati dalla fusione dei due colossi come quello televisivo (Bertelsmann), e quello relativo all’elettronica di consumo legata alla musica o quello legato ai servizi di downloading a pagamento (Sony), nei quali le sinergie realizzabili potrebbero anch’esse minare la possibilità di un mercato concorrenziale.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.