Importante decisione dell’Alta Corte britannica

Un musicologo specializzato nello studio del compositore barocco francese Lalande ha vinto una battaglia relativa al copyright per la pubblicazione di un CD avente per oggetto le opere dell’autore francese che aveva prestato la propria opera alla corte di Luigi XIV tra il 1683 e il 1726.
L’azione legale è stata rivolta contro Hyperion Records Limited.
Il Dr Lionel Sawkins, dato il via alla causa sostenendo che il CD Music For The Sun King, realizzato da Hyperion ha violato i diritti dello studioso e il diritto morale dello stesso alla paternità della nuova edizione dell’opera.
Sawkins sostiene infatti di avere impiegato più di 300 ore nel preparare ogni nuova edizione dei quattro lavori contenuti nel CD suonati dall’ensemble Ex Cathedra.
Il caso ha sollevato dunque la questione se la produzione di una nuova edizione di una composizione esistente possa avere rilevanza sotto il profilo del copyright.
Hyperion sostiene che il professore non può essere considerato l’autore dell’opera musicale secondo le previsioni del Copyright, Designs and Patents Act del 1988, e che quindi o stesso non ha diritto al versamento di royalty.
Il magistrato, il giudice Patten, ha invece sostenuto che vi sia stata una violazione relativa a tre dei quattro brani.
Il giudice ha affermato che i musicisti coinvolti nel progetto hannno utilizzato spartiti originati dal profondo lavoro di ricerca e studio condotto da Sawkins che ha portato a una innovativa edizione delle opere e perciò che allo stesso debbano essere riconosciuti dei diritti relativi alle suddette innovative versioni dei brani.
Inoltre il giudice ha riconosciuto insufficienti i riconoscimenti fatti al Dr Lionel Sawkins nel booklet inserito all’interno della confezione del CD.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.