IMPALA e Buma / Stemra creano il primo portale europeo per il licensing per le utilizzazioni fonomeccaniche

IMPALA e Buma / Stemra, la società olandese di raccolta dei diritti d’autore fonomeccanici, hanno concluso un innovativo accordo per creare il primo portale europeo per il licensing “off-line” dei diritti fonomeccanici.
La vendita del supporto fisico ha rappresentato oltre il 70% del mercato nel 2010, l’obiettivo del portale è quello di raggiungere l’efficienza nella gestione delle licenze e dei diritti fonomeccanici sia per i produttori musicali indipendenti (soprattutto PMI) che per i proprietari dei diritti.
Buma / Stemra offre ai membri di IMPALA, a determinate condizioni, un accordo tipo BIEM. Questo accordo riguarda le licenze fonomeccaniche su base non esclusiva per l’uso, da parte di membri IMPALA, di tutto il repertorio internazionale gestito da Stemra / BIEM per l’uso off-line. Tutti i membri appartenenti allo spazio economico europeo (SEE) possono aderire all’accordo.
Hein van der Ree, CEO di Buma / Stemra, ha dichiarato: “Questa nuova struttura crea la possibilità di ottenere da un one-stop-shop europeo una singola licenza fonomeccanica valida per tutta l’Europa. Allo stesso tempo, l’accordo creerà maggiore trasparenza per i titolari dei diritti attraverso l’aggregazione di queste licenze europee”.
Helen Smith, presidente esecutivo di IMPALA, ha dichiarato: “i produttori indipendenti per le licenze fonomeccaniche attualmente aderiscono in diversi paesi europei a contratti che contengono condizioni differenti. Siamo fiduciosi che questo portale potrà snellire l’intero processo di autorizzazione e di valore aggiunto per le etichette indipendenti per aiutarle a sostenere la loro posizione nel mercato musicale europeo, producendo oltre l’80% di tutte le nuove uscite”

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.