Il Parlamento Europeo si schiera contro i “cookies”

I membri del Parlamento Europeo hanno approvato un emendamento alla direttiva relativa alla raccolta di dati in formato elettronico e alla privacy, allo scopo di restringere l’uso dei “cookies” che il settore delle attività online utilizza allo scopo di autenticare i visitatori, incrementare la velocità dell’interazione e semplificare l’uso della rete.
Il presidente di IAB Danny Meadows Klue ha affermato che i “cookies” rappresentano una soluzione tecnica fondamentale per il funzionamento delle attività in rete e ha affermato che conta sulla Commissione Europea affinché modifichi in senso contrario il contenuto dell’emendamento prima che lo stesso sia presentato per la seconda volta al Parlamento Europeo.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.