Il Dipartimento di Giustizia americano investiga sul business della musica on-line

Il Dipartimento di Giustizia americano ha ieri dichiarato di aver iniziato a indagare per accertare se le più importanti case discografiche abbiano posto in essere pratiche contrarie alla libera concorrenza nel nuovo mercato della musica on-line.
L’iniziativa ha colto di sorpresa le maggiori compagnie discografiche, forti del loro enorme potere di mercato che consente a 5 di loro di detenere l’80% del mercato discografico statunitense.
Il Dipartimento di Giustizia, tramite il portavoce dell’antitrust division Gina Talamona, ha dichiarato di essere molto interessato a stabilire gli effetti sulla concorrenza determinati da joint-venture realizzatesi nel campo della musica distribuita on-line quali Pressplay e MusicNet.
La redazione – Fonte: New York Times

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.