Il Consiglio Europeo adotta la direttiva sulle opere orfane

La scorsa settimana, il Consiglio ha adottato una direttiva sull’accesso e la digitalizzazione delle opere orfane nell’Unione europea. In questo quadro, opere orfane sono considerate opere (come per esempio libri, riviste, film) protette dal diritto d’autore, ma il cui autore non è identificato o non può essere individuato, anche dopo diverse ricerche.
Secondo il Consiglio, le “nuove regole faciliteranno la digitalizzazione e l’accesso legale transfrontaliero on line alle opere orfane contenute nelle collezioni di biblioteche, istituti di istruzione, musei, archivi, istituzioni del patrimonio audiovisivo e le organizzazioni pubbliche di radiodiffusione”.
Gli Stati membri dell’UE hanno due anni per recepire la direttiva nella loro legislazione nazionale.
Per ulteriori informazioni:
http://www.consilium.europa.eu/uedocs/cms_data/docs/pressdata/en/intm/132721.pdf
http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=MEMO/12/743&format=HTML&aged=0&language=EN&guiLanguage=en
Il testo della direttiva sarà disponibile nelle nostre banche dati non appena pubblicato in Gazzetta.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.