I nuovi lidi della musica

Sempre in maggior misura la musica sta divenendo un prodotto complementare e funzionale alla vendita e alla promozione di altri prodotti come, bevande, prodotti dolciari, servizi di telecomunicazione, ecc.
Al tempo stesso la musica cerca di trarre da questi utilizzi nuovi slanci per risollevarsi da un momento di notevole crisi.
In linea con questo nuovo “impiego” del prodotto musicale si potrebbe collocare l’accordo siglato tra Universal Music e Mattel per il lancio di compilation musicali con il marchio Barbie, la popolare bambola che da anni costituisce uno dei pilastri dell’impero del giocattolo Mattel.
Il primo album sarà immesso sul mercato in tempo per sfruttare l’onda di acquisti del periodo natalizio e conterrà brani di artisti quali Sugababes, Christina Milian, Girls Aloud, Sophie Ellis-Bextor, S Club 7e altri.
Il settore musicale notevolmente penalizzato negli ultimi anni, anche a causa dei pesantissimi effetti della pirateria, sembra cercare nuove vie per svilupparsi.
Sarà la strada giusta’

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.