Harry Potter già vittima dei pirati

Il nuovo film della saga di Harry Potter ha rastrellato nella prima settimana di programmazione nelle sale 15 milioni di sterline, apprestandosi a divenire uno dei maggiori successi cinematografici di tutti i tempi, ma oltre all’ interesse del pubblico la pellicola ha già suscitato l’attenzione dei molti dowloader che illecitamente scaricano materiale dalla Rete attraverso le reti P2P.
Copie del film sono già disponibili attraverso il sistema Limewire attraverso il quale in poche ore è possibile scaricare la pellicola.
Federation Against Copyright Theft (FACT) ha affermato che l’industria cinematografica perde ogni anno dai due ai tre miliardi di sterline a causa della pirateria.
Scaricare film è poi sempre più facile a causa del diffondersi delle connessioni a banda larga.
L’autorità che controlla lo sviluppo dei media digitali nel Regno Unito, Ofcom, ha affermato che nel Paese alla fine dello scorso anno vi erano già più di 6 milioni di ‘connessioni veloci’ e che un utente internet su cinque afferma di scaricare illegalmente contenuti video dalla Rete.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.