Gli U2 utilizzano un logo di un artista polacco, ma senza la necessaria autorizzazione

Secondo quanto riportato dai media polacchi la rock band irlandese degli U2 utilizzerebbe negli allestimenti del tour mondiale, attualmente in atto, un logo sviluppato da un artista polacco per i quale i musicisti non avrebbero richiesto la necessaria autorizzazione.
Piotr Mlodożeniec, aveva creato tempo addietro un logo per il Museum on the Seam di Gerusalemme: la creazione consisteva nell’utilizzo dei tre simboli delle religioni cristiana, musulmana ed ebraica per la composizione della parola COEXIST (i simboli sostituivano le lettere C, X e T).
Il medesimo logo è attualmente ampiamente utilizzato dalla band nell’allestimento scenografico dei loro spettacoli senza che a Mlodożeniec sia stata richiesta alcuna autorizzazione.
Bono ha dichiarato di aver visto il disegno sui muri di New York e di non aver pensato che l’autore fosse individuabile.
Mlodożeniec si augura ora di poter raggiungere un accordo con i musicisti.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.