Francia: il Senato approva nuove modifiche alla legge sul diritto d’autore

Nel proseguo dei lavori di adeguamento della legge nazionale sul diritto d’autore a quanto previsto dalle ultime direttive europee in tema, il Senato ha approvato nuove modifiche al progetto arrivato, dopo numerose polemiche e dibattiti, dall’Assemblea nazionale.
Il nuovo testo prevede che chi utilizza sistemi di DRM debba fornire il codice sorgente per favorire l’interoperabilità tra i sistemi, e quindi la conversione dei file acquistati dagli utenti nel formato supportato dal proprio lettore.
La norma colpisce soprattutto il lettore iPod, attualmente il più diffuso al mondo e dotato di un sistema di protezione che non consente la portabilità dei files acquistati da iTunes. Secondo i senatori francesi la nuova norma dovrebbe garantire maggiore concorrenza e più tutele per i consumatori.
Il progetto di legge inoltre conferma quanto già stabilito in precedenza dall’Assemblea nazionale, ovvero che il download per uso personale di file protetti da diritto d’autore potrà essere sanzionato con un massimo di 38 euro, multa che salirà a 150 nel caso in cui il file venga anche posto in condivisione.
Diverso invece il trattamento per i produttori di software destinati a stimolare le attività di pirateria: rischieranno sanzioni fino a 300mila euro.
Ora il progetto torna, per la definitiva approvazione, proprio all’Assemblea, che dovrebbe decidere entro un mese.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.