Elvis Costello si schiera contro l’FBI

Non tutti gli artisti sono favorevoli alla lotta senza quartiere che il governo statunitense sta muovendo da tempo a chiunque infranga la legge sul copyright.
Così per ogni lista di artisti che si schierano con l’FBI ce n’é sempre una che al contrario rende noto il proprio disaccordo in materia.
Questa volta tocca ad Elvis Costello.
Sul suo ultimo CD – “The Delievry Man”, edito dalla Lost Highway Records – infatti, se non ha eliminato la classica scritta sul retro della confezione in cui si avvisa il compratore circa i rischi della pirateria (la frase include la locuzione “infrazione criminale al diritto di copyright, inclusa l’infrazione che non comporti un guadagno diretto in termini economici”), immediatamente sopra di essa l’artista vi ha però apposto un significativo preambolo: “Questo musicista non appoggia il seguente monito. L’FBI non ha in proprio possesso il suo numero di telefono personale, e si augura che non abbia nemmeno il vostro”.
Lost Highway records non ha rilasciato alcun commento in merito.

La redazione (Alessandro di Francia)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.