ElcomSoft assolta dall’accusa di pirateria

In quello che può definirsi il primo vero test penale sulla portata del DMCA (Digital Millennium Copyright Act), una corte federale ha stabilito il proscioglimento di ElcomSoft.
La società russa era accusata di aver commercializzato illegalmente un software in grado di bypassare i sistemi digitali di sicurezza messi a punto da Adobe per la protezione dei propri e-book.
La sentenza ha una portata molto rilevante ed è stata accolta in modo differente dalle diverse parti coinvolte nella discussione sul DMCA.
Da un lato le associazioni dei produttori di software hanno segnalato una preoccupante battuta di arresto nella lotta alla pirateria, dall’altro alcuni cultori ed esperti della materia giuridica hanno visto, nella decisione, un segnale della volontà di porre un limite al campo di applicazione del DMCA ritenuto troppo ampio e in aperto contrasto con il diritto dell’individuo di poter disporre del bene acquisito, anche attraverso la realizzazione di copie di sicurezza.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.