Dal primo gennaio operativi alcuni emendamenti alla legge giapponese sul copyright relativi alle pubblicazioni cartacee

Gli emendamenti realizzati in Giappone alla normativa in materia di copyright nello scorso giugno sono divenuti effettivi lo scorso primo gennaio introducendo una importante innovazione.
A partire dal primi gennaio ,infatti, come accade per il noleggio di supporti fonografici o video per i quali è prevista la necessaria autorizzazione dell’autore e la corresponsione di un compenso, è stato stabilita, anche per libri, la necessità della suddetta autorizzazione e della corresponsione di un compenso all’avente diritto.
Infatti, in conseguenza delle mutate condizioni economiche del Paese, sembra si sia verificato un proliferare degli esercizi (in precedenza presenti in numero trascurabile) che noleggiano non solo i prodotti del settore musicale, cinematografico o ludico, ma anche libri in formato cartaceo che ha avuto inoltre come conseguenza una diminuzione nelle vendite e nei prezzi stessi delle pubblicazioni.
Già a partire dal 2003 era stato creato un comitato incaricato di occuparsi della questione composto da esponenti del mondo imprenditoriale da editori, da autori preoccupati dall’andamento del mercato.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.