Corea: tracciato il bilancio dei primi mesi di attività del Copyright Protection Center

Sono stati resi noti i risultati in merito alla attività del Copyright Protection Center lanciato in Corea lo scorso aprile. Il Centro è un’organizzazione che si occupa di monitorare la Rete per verificare la presenza di opere illegalmente diffuse in Internet.
Nel corso di questi primi mesi di attività sono state rilevate più di 6.300 opere illegalmente distribuite online.
Circa 4.500 lavori messi a disposizione da operatori e utenti che agivano in violazione della normativa sul copyright e che sono stati contattati dal Centro, sono state rimosse spontaneamente mentre per le rimanenti opere si provvederà all’invio di una formale notifica.
Le violazioni rilevate consistono nella presenza sui siti di link che portano ai contenuti illegali e nella più classica messa a disposizione di contenuti privi della necessaria autorizzazione da parte degli aventi diritto.
Secondo quanto dichiarato da dirigenti del Centro obiettivo dello stesso è cercare di trattare ogni caso in dettaglio specificando che, per le situazioni che evidenziano la realizzazione di violazioni condotte con scopi di commercializzazione su larga scala, saranno adite le vie legali.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.