Home » News » Mondo » Come fare musica “open source”

Come fare musica “open source”

Una iniziativa originale è stata presa dai Public Enemy, che stanno producendo il loro nuovo CD sfruttando il concetto di “open source”.
Infatti, fino al 14 settembre, si può scarcare dal sito della loro etichetta, www.SlamJamz.com, una registrazione a cappella dei Public Enemy, da utilizzare per produrre musica originale da spedire direttamente alla band.
I vincitori guadagneranno 1.000 dollari per canzoni e credits sull’album.

La redazione – Fonte: Musicdish

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.