Canadian Association of Broadcasters preoccupata per il pagamento dei diritti

La Canadian Association of Broadcasters si è detta estremamente preoccupata per la recente decisione del Copyright Board of Canada in materia di diritti da corrispondere a fronte dell’utilizzo di materiale musicale.
L’ordinanza stabilisce i diritti che le radio commerciali debbono versare per la riproduzione di brani musicali da inserire nella propria programmazione in qualsiasi formato essi siano (compresi i brani trasferiti di CD agli hard disk dei sistemi di computer delle stazioni radio).
L’impatto delle nuove tariffe stabilite è valutato attorno ai 6.5 milioni di dollari all’anno con valenza retroattiva a partire dal 2001.
Glenn O’Farrell, Presidente CAB e CEO, ha dichiarato che, pur riconoscendo il diritto degli autori a ricevere un equo compenso per il proprio lavoro, ritiene il nuovo tariffario assolutamente arbitrario e non rispondente ai valori economici in gioco.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.