Home » News » Mondo » British Library sta con ARROW, il sistema frutto del progetto di ricerca europeo coordinato da AIE

British Library sta con ARROW, il sistema frutto del progetto di ricerca europeo coordinato da AIE

British Library riconosce il sistema ARROW, frutto dell’omonimo progetto di ricerca dal cuore italiano, come l’unica strada percorribile per facilitare i progetti di digitalizzazione di massa, nel rispetto del diritto d’autore. La biblioteca nazionale britannica ha infatti scelto di sperimentare l’uso di ARROW (Accessible Registries of Rights information and Orphan Works towards the European Digital Library), risultato del progetto coordinato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) e con il contributo tecnologico del Cineca di Bologna, per identificare i titolari dei diritti d’autore delle collezioni che intende digitalizzare. E per dimostrarne gli effetti ha pubblicato oggi uno studio (in allegato il comunicato di British Library) realizzato su 140 libri pubblicati tra il 1870 e il 2010, in cui evidenzia come senza Arrow per trovare gli aventi diritto avrebbero dovuto spendere in ricerca 4 ore per libro, con Arrow bastano oggi solo 5 minuti. Un risultato ritenuto “estremamente incoraggiante” e che apre nuove prospettive per una soluzione praticabile al problema delle cosiddette opere orfane (quelle di cui non si risale al titolare dei diritti).
“Arrow rende la ricerca qualcosa di realistico ” ha spiegato Piero Attanasio di AIE, direttore tecnico del progetto – mettendo d’accordo, grazie all’uso innovativo delle tecnologie, le esigenze delle biblioteche con quelle degli aventi diritto. Considerato il peso di British Library nel panorama delle biblioteche europee questo è sicuramente un risultato importante per ARROW e anche per l’AIE come capofila del progetto. ARROW è anche per questo il futuro di Europeana, la biblioteca digitale sponsorizzata dalla Commissione europea”.

Il progetto – Il progetto ha realizzato una infrastruttura tecnologica distribuita su base europea per la gestione delle informazioni sui diritti d’autore sulle opere letterarie. La finalità è quella di facilitare l’accesso ai contenuti digitali nel rispetto del diritto d’autore, consentendo di sviluppare modelli diversi di accesso alle opere, che tuttavia saranno resi tra loro interoperabili. In tal modo gli utenti potranno ricercare i testi all’interno di repertori creati sia dalle biblioteche sia da privati, ed accedervi a condizioni diverse, secondo politiche che ciascun attore, pubblico o privato, potrà liberamente fissare. Il progetto guidato da AIE, coinvolge la Federazione degli editori europei (FEE-FEP), la European Digital Library Foundation e l’International Federation of Reproduction Rights Organisation, oltre ad avere l’appoggio dello European Writers Congress. Oltre agli organismi di rappresentanza europei, sono state coinvolte sette biblioteche nazionali e un nutrito gruppo di associazioni nazionali di editori e società di gestione collettiva dei diritti. ARROW Plus, prosecuzione del progetto Arrow, è partito ufficialmente il primo aprile 2011, con tre principali obbiettivi: ottimizzare il sistema sviluppato in ARROW, estendere l’infrastruttura tecnologica a nuovi Paesi europei e infine elaborare uno studio di fattibilità e un modello per l’estensione del raggio di azione di ARROW al settore delle immagini. La presenza dell’Italia, già rappresentata da AIE come coordinatore generale del progetto e da Cineca come principale partner tecnologico, si fa più completa con l’ingresso nel consorzio dell’Istituto Centrale del Catalogo Unico del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.