BMI e radio raggiungono un accordo temporaneo per lo streaming radiofonico in Rete

L’accordo tra BMI e radio per lo streaming di brani musicali da parte di radio operanti nel Web, è utilizzabile dalle le stazioni radio rappresentate dal Radio Music License Committee (RMLC).
RMLC è coinvolto in un procedimento presso la Corte Distrettuale degli Stati del distretto di New York Sud, che vede come controparte al stessa BMI, al fine di determinare l’importo finale dei diritti da versare e i termini dell’utilizzazione dei brani musicali all’interno dei programmi in Internet.
Mentre da parte di BMI vi è la richiesta di una licenza separata per l’attività radiofonica in Internet e il versamento di diritti nella misura dell’1,8% dei ricavi lordi generati dai siti Web legati alle radio, RMCL sostiene che non sia necessario configurare un accordo separato e neanche sia necessario versare dei diritti a parte per tali licenze.
L’accordo temporaneo prevede il versamento da parte delle radio di una quota per i diritti di utilizzazione in Internet pari all’1,605% delle entrate derivanti dallo streaming sul Web dei brani musicali.

La redazione ‘ Fonte: Mi2N

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.