Beyonce vince una causa di plagio musicale

Il 21 settembre scorso la Corte Distrettuale di Houston ha respinto le domande formulate da una cantautrice di Minneapolis, Jennifer Armour, nell’azione legale da questa intrapresa contro Beyonce ed i coautori della canzone “Baby Boy”. L’azione aveva ad oggetto l’asserito plagio/contraffazione della hit che ha vinto un Grammy Award. Jennifer Armour sosteneva che la canzone “Baby Boy”, scritta e prodotta da Beyonce, Sean Paul, Scott Storch, Robert Waller and Jay-Z, presentasse sostanziali similarità con il suo demo “Got a Little Bit of Love for You”.
La Corte non ha basato la propria decisione sulla pur riscontrata anteriorità della canzone “Baby Boy” rispetto a quella della Armour, ma, come richiesto dal procuratore di Beyonce, su di un più “coraggioso” confronto, punto per punto, dei due brani. In tal modo la Corte è giunta a stabilire che nessuna persona ragionevole avrebbe potuto mai rilevare “sostanziali similarità ” tra le due canzoni.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.