Australia: ricerca relativa all’utilizzo dei prodotti musicali da parte degli operatori del settore

Nel corso della Sesta AustralAsian Music Business Conference, svoltasi lo scorso agosto, è stata realizzata una ricerca denominata “Music The Business, Law & Technology Report” che aveva come obiettivo la conoscenza dell’uso dei prodotti musicali da parte delgli operatori del settore.
L’analisi ha coinvolto 200 soggetti che hanno risposto in modo del tutto anonimo a un questionario di 30 domande e i cui risultati sono stati elaborati da IMMEDIA!.
I soggetti comprendevano nella misura del 42% musicisti o autori, per il 16% manager di artisti o di gruppi, 14% studenti che si stanno formando relativamente al settore in oggetto, 6% individui facenti parte dello staff di case discografiche, 6% soggetti che prestano la propria opera nei media musicali e il restante 14% composto da editori, agenti, produttori.
Di seguito alcuni dei risultati della ricerca:
A. Il 77% degli intervistati possiede un masterizzatore, l’11% usa l’apparecchio di altri e il 5% afferma di non averne mai usato uno.
B. Sebbene sia illegale in Australia, il 48% masterizza i CD che acquista, il 21% masterizza invece prodotti presi in prestito, il 6% canzoni scaricate dalla Rete, mentre il 25% realizza in collage delle predette attività .
C. Per quanto riguarda coloro i quali scaricano musica dalla Rete (45%) il 50% si limita ad accedere a brani a distribuzione gratuita, il 18% paga per la musica scaricata e il 31% fa entrambe le cose.
D. Per chiudere, il 55% degli intervistati considera iniqua la norma che prevede l’impossibilità di avere la piena disponibilità dei prodotti acquistati (copia privata, utilizzo su dispositivi elettronici ecc.) e l’81% auspica un emendamento del Copyright Act.
Ulteriori dettagli in merito alla ricerca si possono ottenere al seguente indirizzo Web:
http://www.themusic.com.au/stats

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.