Australia: pirata a rischio estradizione

Un cittadino australiano, accusato di essere uno dei capi di una nota organizzazione dedita alla pirateria in Rete, rischia di essere estradato e giudicato negli Stati Uniti per i crimini commessi.
Hew Raymond Griffiths, 41 anni, potrebbe essere il primo australiano a subire un tale provvedimento.
Le autorità giudiziarie statunitensi ritengono che Griffiths fosse a capo di una delle maggiori organizzazioni atte alla pirateria operante nel Web; il gruppo, denominato”Drink or Die” è accusato di avere distribuito illegalmente in Rete 50 milioni di dollari di materiale protetto da copyright.
I giudici australiani hanno già emesso parere favorevole all’estradizione del pirata che ha ora 15 giorni di tempo per appellare la decisione.
Se estradato e sottoposto al giudizio dei magistrati statunitensi, l’uomo rischia secondo a legge degli Stati Uniti fino a un massimo di 10 anni e una sanzione pecuniaria di 500.000 dollari.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.