Associazione di produttori australiana richiede la protezione del copyright sul nome di un pesce

Un gruppo di allevatori ittici australiani uniti sotto l’egida della Barramundi Farmers Association ha intenzione di porre il nome del pesce allevato ‘barramundi’ sotto la protezione del copyright.
Secondo i produttori il nome del pesce, coniato attorno al 1870, individua una produzione ittica tipicamente australiana un”icona’ del Paese dei canguri.
Barramundi Farmers Association reputa quindi che la produzione australiana non debba essere confusa con il pescato proveniente da Tailandia e Vietnam che ritiene non possa fregiarsi della denominazione ‘barramundi’.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.