Artisti americani supportano l’Induce Act

La Recording Academy americana ha coordinato l’invio ai senatori di 3.300 mail da parte di artisti, produttori e professionisti del settore musicale a supporto dell’approvazione dell’Induce Act. Il messaggio è stato inviato anche direttamente al Senate Judiciary Committee.
“Abbiamo voluto chiarire che anche chi fa musica, che sta dietro all’industria musicale, supporta questo disegno di legge” ha dichiarato Daryl Friedman, vicepresidente del dipartimento relazioni governative dell’Academy.
“Fino a oggi il ricorso a vie legali contro lo scambio di musica tutelata nei sistemi di file sharing è stato contro gli utenti individuali. Ora il disegno di legge propone una alternativa: la responsabilità delle aziende che traggono profitto dall’incoraggiare l’uso illegale della proprietà intellettuale.” Così Neil Portnow, presidente dell’Academy.
Attualmente il disegno di legge è portato avanti dal Senatore Orrin Hatch (dello stato dell’Utah), che ne è anche uno degli sponsor principali. Il progetto dovrebbe approvare al Congresso in novembre.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.