Archivio delle opere musicali plagiate realizzato da un bibliotecario statunitense

Charles Cronin, bibliotecario della Columbia Law School e a sua volta ex studente di legge, ha posto dato vita a un’utile iniziativa.
Da sempre interessato alla tematica del copyright aveva toccato con mano, all’epoca in cui era studente, la difficoltà di accedere a determinate informazioni.
Infatti, interessatosi a un caso giudiziario di plagio, aveva riscontrato la difficoltà di reperire copie dei brani oggetto della disputa. L’esperienza lo convinse ad adoperarsi per la risoluzione del problema
Cronin ha quindi sviluppato un database contenente una ricca documentazione relativa a brani oggetto di scontri giudiziari confluita in un progetto denominato Music Plagiarism Project, ospitato sul sito dell’Università presso la quale il bibliotecario svolge la propria opera (www.ccnmtl.columbia.edu/projects/law/library) .
La raccolta comprende centinaia di documenti a partire dal 1845.
Il sito oltre a contenere documentazione in formato cartaceo, offre, ove possibile, estratti musicali dei brani contestati.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.