Anche MTV si dà al commercio

MTV Networks ha fatto sapere che entro l’anno lancerà anch’essa un servizio di download a pagamento di brani musicali in MP3. Il servizio sarà fornito dalla MusicNet, e si aggiunge ad un mercato ormai già sovrappopolato di servizi simili.
Sia la MTV, una unità di Viacom, sia MusicNet, una joint venture di RealNetworks insieme a tre grosse case discografiche, la BMG della Bertelsmann, la EMI Group e la Warner Music, hanno declinato ogni commento in merito.
MusicNet è una ditta che fa business-to-business, e si fa pagare dai propri clienti per offrire loro l’accesso alla propria tecnologia, alle proprie infrastrutture ed al proprio catalogo musicale composto di brani per i quali essa ha già pagato lo sfruttamento. Tra i suoi clienti ci sono la America Online della Time Warner ed il gruppo Virgin, il quale a sua volta ha dichiarato l’intenzione di lanciare l’ennesimo servizio musicale online entro l’estate negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Altri mercati seguiranno questi due paesi.
Il servizio della Virgin si servirà del formato di compressione dei file musicali Windows Media Audio. Altri clienti della MusicNet, come [email protected], si servono invece del formato audio propietario della RealNetworks. Non è invece chiaro di quale servizio si servirà MTV; né è stato reso noto quali saranno i costi del servizio per gli utenti, per quanto ormai i prezzi si siano stabilizzati intorno ad $1 per brano o $10 per un mese di godimento di musica in streaming illimitato.
MTV spera così di capitalizzare la sua conoscenza del mercato discografico giovanile, e la sua enorme popolarità e visibilità presso lo stesso target di pubblico (la sua rete televisiva entra in più di 80 milioni di case), non diversamente da come ha da poco fatto la Sony con il suo servizio Sony Connect (si veda la notizia “Sony lancia il suo negozio virtuale online” dello scorso 7 maggio).
Gli analisti si aspettano a questo punto una feroce competizione tra i grandi nomi già sul mercato.

La redazione (Alessandro di Francia)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.