Anche i musicisti africani si battono per una maggiore tutela normativa in materia di copyright

I musicisti dello Zimbawe stanno facendo pressioni sul governo affinché si giunga alla realizzazione di un nuovo Copyright Act nel più breve tempo possibile per porre un freno alla continua violazione diritti degli autori.
I musicisti sostengono che l’attuale normativa sia oltremodo datata risalendo infatti al 1967 e necessiti quindi di una urgente opera di rinnovamento.
Inoltre la proposta degli stessi prevede l’istituzione di una collecting society da affiancare a quelle attualmente presenti come, a titolo di esempio, la Zimbabwe Music Rights Association (Zimra).
I musicisti sostengono inoltre che sia necessaria anche una maggiore informazione in materia di copyright non solo a vantaggio dei musicisti spesso nelle mani di soggetti che si appropriano sistematicamente dei diritti loro spettanti, ma anche per gli stessi operatori del mondo legale, che in molti casi non sono adeguatamente preparati sull’argomento.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.