Anche Borland Software richiede alla Cina una mano più ferma contro la pirateria

Keith Gottfried, Vice presidente Senior di Borland Software Corporation in un incontro svoltosi a Pechino con funzionari operanti nel campo della tecnologia, ha sottolineato l’esigenza che la Cina si impegni ancora più a fondo per combattere il fenomeno della pirateria.
Lo stesso Gottfried ha dichiarato che secondo una stima effettuata il 90% dei prodotti Borland è utilizzato in modo illegale all’interno del mercato cinese e che quindi una attenta salvaguardia dei diritti relativi alla PI è basilare per lo sviluppo in Cina di una industria legata alla realizzazione del software.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.