AllofMP3.com non ritenuto perseguibile penalmente

L’Ufficio del Pubblico Ministero moscovita ha deciso, a fronte degli accertamenti e delle indagini portate a termine che il sito AllofMP3.com non è da ritenersi perseguibile ai sensi della normativa russa in materia di copyright.
La richiesta di IFPI è stata quindi respinta e il sito, almeno per ora, potrà proseguire nella commercializzazione di brani in formato MP3 a pochi centesimi di Euro.
Il predetto ufficio ha infatti accertato che secondo le previsioni normative russe il reato si materializza solo nel caso della commercializzazione di supporti materiali (il cosiddetto corpus mechanicum) e nulla è detto relativamente alla diffusione dell’opera smaterializzata.
Un duro colpo per IFPI, ma è da supporre che presto i legislatori russi cercheranno di porre rimedio a questa falla normativa ormai impensabile nell’era digitale.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.