Federal Trade Commission: bisogna bilanciare innovazione e protezione

La Federal Trade Commission ha realizzato un rapporto che da indicazioni in merito a come promuovere l’innovazione attraverso un corretto bilanciamento delle leggi e della politica in materia di competitività e di brevetti.
Entrambe le aree di azione sono infatti determinanti nel promuovere l’innovazione, ma necessitano di una corretta armonizzazione perché ciò accada.
Il rapporto ha esposto raccomandazioni relative alla regolamentazione dei brevetti ed è il primo dei due rapporti che FTC realizzerà in merito.
Il secondo sarà portato a termine in collaborazione con la Divisione Antitrust del Department of Justice (DOJ) e si occuperà di fornire indicazioni in merito alla normativa antitrust.
Il primo rapporto contiene dieci raccomandazioni in materia brevettuale. Uno dei principi alla base del rapporto diffuso è la necessità di un incremento della qualità dei brevetti attraverso mutamenti nell’assetto normativo e nei regolamenti.
Brevetti di dubbia validità possono infatti, secondo quanto sostenuto da FTC, rallentare l’innovazione e aumentare i costi per i consumatori. Il rapporto inoltre raccomanda in modo specifico la creazione di una nuova procedura amministrativa che renda più facile per le aziende verificare la validità di un brevetto sul suolo statunitense presso il Patent and Trademark Office (PTO) senza la necessità di notevoli esborsi economici o l’esigenza di adire le vie legali.
Altra raccomandazione è quella di permettere all’autorità giudiziaria di inficiare un brevetto sulla base al principio della prevalenza dell’evidenza e non più avendo la necessità di una ‘prova chiara e convincente’, cosa che allo stato rende invece assai difficile il compito dei tribunali.
Inoltre un ulteriore raccomandazione è quella di rendere maggiormente conoscibile il l’oggetto della tutela brevettuale allo scopo di evitare che si possano generare problemi relativi alla violazione della proprietà intellettuale e che sia ulteriormente rallentato il processo di crescita dell’innovazione.
Infine è stata sottolineata la necessità di un maggiore coordinamento tra gli organismi di vigilanza antitrust come FTC e il PTO.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.