Universal vende i propri siti nel contesto di un piano di riduzione dei debiti di Vivendi

Universal Music, la più grande casa discografica a livello mondiale, nonché parte dell’impero multimediale Vivendi Universal, sta decidendo, nel contesto di un piano di riduzione degli enormi debiti che affliggono Vivendi, quali dei propri siti web musicali vendere. Molti sono, peraltro, quelli pronti ad essere ceduti, posto che negli ultimi anni parecchi sono stati acquisiti dal gruppo – tra cui Rollingstone.com, MP3.com e Getmusic.com – al solo scopo di ampliare la propria offerta online.
Per ora, tuttavia, non si sa ancora bene quali siti rimarranno di proprietà del gruppo, il quale può contare su Pressplay quale servizio di musica online a pagamento.

Simona Leo

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.