Un editore italiano diventa vice presidente degli editori europei

Federico Motta, presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), è stato eletto a Lipsia vice presidente della Federazione degli Editori Europei (FEE-FEP), l’associazione, fondata nel 1967, che riunisce gli editori dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo.
Lo ha deciso l’assemblea della FEE, che rappresenta gli interessi di 25 associazioni nazionali di editori europei presso le istituzioni europee, dalla Commissione al Parlamento: una funzione sempre più importante in considerazione del ruolo che la legislazione comunitaria ha assunto, in particolare per ciò che riguarda la legislazione del diritto d’autore, la società dell’informazione, la protezione dei dati, il commercio elettronico dei contenuti, il regime fiscale dei prodotti culturali ecc.
Si tratta solo di un primo riconoscimento, che tra due anni – in base allo statuto – porterà automaticamente Motta, e l’Italia, ad assumere la presidenza della Federazione europea, che ha sede a Bruxelles.
Motta – 51 anni, milanese, amministratore delegato della Federico Motta Editore, insignito nel 2003 dal Ministro della cultura francese della onorificenza di Officier de l’ordre des arts et des lettres e membro dal 2005 della Giunta di Confindustria – sarà quindi il quarto italiano nella storia dell’editoria ad assumere l’incarico di presidente in ambito europeo.
“Questo incarico – ha sottolineato Motta – è un riconoscimento del lavoro costante e di una presenza attiva dell’AIE in seno alla Federazione europea. E’ un’occasione per sottolineare l’importanza delle imprese editoriali italiane, che cercano sempre di più la via dell’internazionalizzazione e dell’innovazione. Il protagonismo dell’editoria italiana in Europa si inserisce in un contesto in cui – caso unico nel panorama delle industrie culturali – le imprese europee hanno una posizione di leadership sul mercato globale, prevalente anche su quella delle imprese americane o giapponesi”.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.