Società Consortile Fonografici firma l’accordo con Federalberghi

Continua la campagna di legalizzazione di SCF, infatti la Società Consortile Fonografici ha annunciato la firma dell’accordo con Federalberghi, l’organizzazione nazionale aderente a Confcommercio maggiormente rappresentativa degli albergatori italiani, per la diffusione di musica registrata all’interno degli hotel.
Grazie a questo accordo più di 33.000 alberghi potranno così diffondere musica all’insegna della legalità , per un totale di 22.000 mq. di superficie alberghiera nel rispetto dei diritti spettanti alle case discografiche rappresentate da SCF.
‘La musica diffusa negli hotel è di fatto un elemento ad alto valore aggiunto per il business, grazie al suo indiscutibile apporto in termini di qualificazione dell’ambiente’, dichiara Gianluigi Chiodaroli Presidente SCF. ‘Per questo motivo riteniamo questo accordo decisivo per promuoverne il valore presso gli alberghi, tutelando i diritti connessi dei produttori fonografici da noi rappresentati’.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.