SIAE: la base associativa si schiera con il Direttore Generale per il piano di risanamento

Con una nota ANSA diffusa nella giornata di ieri, in merito alla vertenza del contratto dipendenti che agita la SIAE, la base associativa informa di essere totalmente schierata con la dirigenza.
Nella giornata di mercoledì scorso era stato diffuso il sostegno di 100autori, Anem, Aidac, doc/it, Sact, Gruppo Cultura Italia, mentre ieri altre “pesanti” associazioni, dalla Federazione Editori Musicali all’Associazione Italiana degli Editori, dalla Federazione degli autori alla CREA (Unione Opere dell’Ingegno) hanno confermato il proprio appoggio alla dirigenza SIAE.
Con il dg Gaetano Blandini e il suo piano di risanamento si schiera la CREA, l’associazione che raggruppa tutte le associazioni che nella vecchia assemblea erano maggioritarie (in particolare UNCLA, associazione maggioritaria tra gli autori musicali) che indirizza una lettera di approvazione firmata dal maestro Cristiano Minellono. Ma anche la Federazione Editori Musicali presieduta da Filippo Sugar e l’Associazione Italiana Editori guidata da Marco Polillo in una nota indirizzata al direttore generale, scrivono di “sostenere da molto tempo l’improrogabile necessita’ di avviare un serio processo di modernizzazione e di efficientamento della societa’, senza il quale le prospettive per associati e dipendenti sarebbero critiche” e nel contempo “apprezzano e condividono l’intenzione di difendere i livelli occupazionali, confermando il pieno sostegno alla politica aziendale”.
La Federazione degli Autori presieduta da Gino Paoli, (il segretario e’ Mario Lavezzi) “esprime pieno sostegno al necessario piano strategico e all’azione di riforma in corso dell’azienda”.
Commissariata ad aprile 2011 proprio per le divergenze della base associativa (che esplosero nella mancata approvazione del bilancio preventivo 2011) la Societa’ sembra insomma ritrovare compattezza tra vertici e associazioni almeno nella vertenza contrattuale con i dipendenti (i dirigenti hanno gia’ firmato un accordo) e sul piano di risanamento (che era stato trasversalmente approvato sia dal vecchio cda sia dall’assemblea e che la gestione commissariale ha confermato).
La SIAE non commenta. ma ricorda che la proposta contrattuale, “in linea con il piano di risanamento , garantisce la tutela dei livelli occupazionali e che il tavolo della trattativa era e resta permanentemente aperto”.
Fonte: ANSA

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.