Si sblocca la vertenza SIAE / lavoratori: il Direttore Generale e lE OO.SS. firmano il protocollo d’intesa

La scorsa notte è stato firmato un “protocollo d’intesa con i contenuti del rinnovo contrattuale” fra la SIAE e le organizzazioni sindacali, e si chiude una vertenza durata 14 mesi. Lo annunciano con grande soddisfazione il Commissario Straordinario, Gian Luigi Rondi, e i Sub Commissari, Mario Stella Richter e Luca Scordino.
La gestione commissariale dà atto alle organizzazioni sindacali del senso di responsabilità dimostrato nell’interesse dei lavoratori dipendenti e dell’azienda.
In poco più di un anno di gestione commissariale sono stati rivisti tutti i contratti (dipendenti, dirigenti e agenti mandatari).
La gestione commissariale esprime poi il più sentito ringraziamento al Direttore Generale, Gaetano Blandini, al Responsabile delle Relazioni Industriali, Gianfranco Cerasoli, e a quanti hanno collaborato al raggiungimento di un risultato fondamentale per consolidare il risanamento economico-finanziario della Società . E’ un vero e proprio “patto di responsabilità ” per il futuro che ha come pilastro la tutela dei livelli occupazionali.
I punti salienti del Protocollo sono:
1) inquadramento personale su quattro aree professionali ( A-B-C-D);
2) Scatti: 4,5% quadriennali secco a partire dall’anno 2013 che sostituiscono gli scatti precedenti pari al 5% per biennio con un risparmio di 1.500.000,00;
3) Pro rata maturato economico al 31.12.2011;
4) Inflazione 2010: 2,09% mentre si congela l’inflazione per gli anni 2011, 2012 e 2013;
5) ferie: riduzione 4 giorni dagli attuali 36 a 32 giorni l’anno;
6) 8 giorni di ferie collettive stabilite dall’azienda;
7) certificato medico da 1° giorno malattia oggi esisteva una franchigia sino al terzo giorno con una perdita di quasi 2 milioni di euro annui;
8) Periodo di comporto stesso periodo di comporto previsto per il Cnl Dirigenti,con esclusione dei periodi di ricovero ospedaliero nonchè terapie salvavita;
9) rientri pomeridiani alternati su 4 gg. o(ggi la SIAE è aperta solo su due pomeriggi), con sperimentazione per la rete territoriale di 6 mesi;
10) orario inizio lavoro posticipato 15 minuti con inizio alle ore 8,00;
11) Riduzione di 1 milione di Euro del costo di lavoro straordinario da far confluire nel fondo per la produttività Siae;
12) Riduzione dei permessi retribuiti da 24 a 12 ore con un risparmio di 450.000,00 ‚¬ annui;
13 ) Riduzione dei permessi brevi da recuperare con tetto a 36 ore, oggi sono illimitati;
14) Trasformazione e confluenza indennità Presidenza e D.G. nel fondo per la produttività Siae;
15) modifica turni ” su soli due segmenti giornalieri, si eliminano turni pomeridiani con inizio alle ore 11 e turni serali con inizio alle ore 13,45;
16) Premi fedeltà : mantenimento di quelli a 25 e 35 anni , abolizione di quelli previsti per 30 e 40 anni di anzianità ; eliminazione totale per i nuovi assunti a partire dal 2012.
17) Polizza sanitaria: Dal 2012 importo di 1.200.000,00 per tutti i dipendenti a tempo indeterminato e determinato (oggi esclusi) e Presidenza del Comitato di gestione attribuita a Siae mentre sino ad oggi era appannaggio Sindacale;
18) per l’attività di Accertamento: incremento dei compensi del 15%;
19) Relazioni industriali: razionalizzazione 25% liberta sindacali e modalità di fruizione a far data dal 1 gennaio 2013;
20) Norme disciplinari: ridefinizione procedure e abolizione Commissione di disciplina;
21) Impegno per la salvaguardia di tutti i posti di lavoro;
22) Introduzione II Livello di contrattazione;
23) Istituzione fondo di produttività con risorse derivanti dalla rinuncia al premio di risultato del Direttore Generale per gli anni 2012 e 2013; rinuncia del compenso da parte della gestione commissariale; trasformazione delle varie gratifiche e indennità ; 1 milione di ‚¬ da risparmio del lavoro straordinario; da quote derivanti dal recupero all’evasione autorale;
24) Entro il 31 dicembre 2012 accordo per la definizione del premio di produttività e delle indennità destinate alla contrattazione di II livello;
25) Qualora tale accordo non si dovesse raggiungere le quote di gratifiche e indennità vengono accantonato e non erogate;
26) Formazione per circa 1 milione di euro;
27) Clausola di ultrattività per un anno dalla disdetta del CCNL da parte datoriale.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.