Scenografi e costumisti incontrano la SIAE

Hanno disegnato le scene e i costumi di tanti programmi televisivi, film e opere teatrali di successo e oggi a gran voce chiedono il riconoscimento dei loro diritti morali ed economici al pari degli altri autori delle opere dell’ingegno, un contratto standard che garantisca i loro diritti nei rapporti con i committenti (teatri, produttori televisivi e cinematografici), con la chiara definizione dell’apporto creativo che scenografi e costumisti danno alla realizzazione dell’opera audiovisiva e teatrale.
Queste in sintesi le richieste che scenografi e costumisti hanno portato all’attenzione della Società Italiana degli Autori ed Editori, accolti dal Presidente Giorgio Assumma.
“Gli scenografi e i costumisti – ha detto Assumma – sono autori al pari degli altri creatori delle opere dell’ingegno e la SIAE si impegna a sostenerli per una maggiore tutela della loro categoria”.
“Oggi – ha detto Cinzia Lo Fazio, Presidente dell’Associazione Scenografi e Costumisti – l’identità professionale di scenografi e costumisti non viene sufficientemente tutelata e molti sono costretti a spogliarsi dei loro diritti”.
Oltre ai rappresentanti della SIAE, erano presenti Milena Canonero (Premio Oscar per i costumi dei film Maria Antonietta, Barry Lyndon e Chariots of fire), Alida Cappellini (costumista e scenografa in film di Luchino Visconti, Vittorio De Sica, e Carlo Lizzani), Gaetano Castelli (che ricordiamo per le scenografie del Teatro Ariston di Sanremo e di varie edizioni Rai di Fantastico), Marco Dentici (autore delle scenografie dei film di Marco Bellocchio, compreso l’ultimo Vincere), Francesco Frigeri (David di Donatello per La leggenda del pianista sull’oceano, I Viceré e i Demoni di San Pietroburgo), Giovanni Licheri (autore delle scenografie di trasmissioni RAI con Renzo Arbore e Pippo Baudo), Mauro Carosi, tra i maggiori esponenti italiani e internazionali per il teatro lirico, Andrea Viotti scenografo costumista di Gabriele Lavia, Cinzia Lo Fazio (Medico in famiglia, Concorrenza Sleale di Ettore Scola e, da ultimo, la parte italiana della scenografia di Angeli e Demoni), Emanuela Zitkowsky (Il Grande fratello) e molti altri scenografi di cinema, teatro e televisione.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.