Salone di Torino: sabato 18 maggio nella Sala Rossa ‘La parola al lettore’

La parola al lettore. Saranno loro, i lettori, i protagonisti e i giudici del confronto. Nasce come un approfondimento serio ma sarà sotto forma di gioco, di un talk, “Da un libro all’altro. Come cambiano scelta del libro e lettura nel digitale”.
L’appuntamento ” in programma per sabato 18 maggio alle 10.30 nella Sala Rossa del Salone di Torino ” è organizzato da Editech e If BookThen, i due principali appuntamenti italiani sull’editoria digitale (organizzati rispettivamente da AIE e da Bookrepublic), in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino.
Un’occasione per ragionare su come stanno cambiando o su come si stanno integrando i comportamenti di lettura. Cinque le provocazioni legate alla lettura: come, cosa, dove, con chi si legge e dove si trova il libro’ Si sfideranno, moderati da Gino Roncaglia, due autori come Vincenzo Latronico e Irene Chias, un editore come il direttore Rcs Libri Laura Donnini e soprattutto, incalzati da Marco Ferrario di Bookrepublic e Cristina Mussinelli dell’Associazione Italiana Editori (AIE), i lettori presenti in sala.
Sarà un confronto vero sulle nuove forme di lettura: digitali, cartacee e senza frontiere.
Due minuti ognuno per rispondere, al pubblico la scelta su chi li ha convinti di più. Un dibattito e un confronto che in qualche modo intende fotografare e indagare in che direzione si sta andando.
Le premesse ormai conducono lì: oggi il mercato degli ebook rappresenta il segmento più dinamico dell’industria editoriale con uno sviluppo verticale della produzione che ha portato in Italia in soli due anni e mezzo alla disponibilità di 60.589 titoli (esclusi quelli gratuiti; dato di maggio 2013) che sono l’8,3% dei titoli commercialmente vivi” (a maggio 2011 erano 15.339). E parlare di lettura tra carta e digitale non è poi così strano, se si pensa che a inizio 2013 il 46% dei titoli che escono nel mese sono pubblicati anche in versione ebook, oppure che tra febbraio 2012 e febbraio di quest’anno il numero di titoli digitali proposti mensilmente sono cresciuti del +78,5%! Se nel 2011 c’erano 0,59 titoli di ebook ogni lettore (nel senso di persona che legge), oggi ce ne sono 2,43. Detto in altro modo maggiori possibilità di scegliere dove leggere, cosa leggere, su cosa e quando leggere. Cioè di essere comunque lettore.”

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.