S.I.A.E.: firmato il nuovo accordo per le fotocopie nelle copisterie

La SIAE ha sottoscritto il 13 gennaio scorso un accordo con le Associazioni rappresentative degli autori, degli editori e dei punti di riproduzione che effettuano attività di fotocopiatura, a mezzo fotocopia, xerocopia o strumento analogo, di opere protette.
Tale nuovo accordo istituisce nuove modalità di pagamento dei compensi, fondate su un criterio estimativo globale delle riproduzioni delle opere protette effettuate che tiene conto del numero di apparecchiature riproduttive possedute da ogni punto di riproduzione e della tipologia di attività esercitata.
L’accordo è stato sottoscritto dal Presidente della SIAE Giorgio Assumma e dal Direttore Generale Domenico Caridi e dai legali rappresentanti di AIE (Associazione Italiana Editori), SNS (Sindacato Nazionale Scrittori), SLSI (Sindacato Libero Scrittori Italiani), UIL-UNSA (Unione Nazionale Scrittori e Artisti), CNA-Comunicazione (Confederazione Nazionale dell’Artigianato), CONFARTIGIANATO-Comunicazione, CASARTIGIANI, CLAAI (Confederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane), LEGACOOP (Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue) e CONFESERCENTI.
L’Accordo verrà esteso anche alle altre Associazioni che aderiranno in data successiva. Con tale accordo si è inteso superare le difficoltà applicative finora riscontrate nel sistema di raccolta dei proventi presso i punti di riproduzione (copisterie, copy centers, ecc.) previsto dal precedente accordo.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.