S.I.A.E. e RNA: accordo per la radioffusione digitale della musica

E’ stato siglato ieri a Roma da Giorgio Assumma, Presidente della S.I.A.E. e Eduardo Montefusco, Presidente di RNA, un nuovo accordo che regola l’utilizzazione del repertorio musicale tutelato dalla S.I.A.E. nelle maggiori e più rappresentative radio nazionali private aderenti alla RNA.
Attraverso questa convenzione viene regolamentato, per la prima volta, l’utilizzo della musica trasmessa via satellite, via Internet e in modalità simulcasting (streaming, web radio), oltre naturalmente alla radiodiffusione analogica e digitale, tra S.I.A.E. e RNA (Radio Nazionali Associate).
L’accordo, che avrà validità fino al 2009, pur nel solco della continuità ha un carattere estremamente innovativo perché rivolto al futuro, adeguandosi alla trasformazione tecnologica in atto che attraversa oggi l’intero mondo della cultura e della musica in particolare.
“Questa intesa” ha dichiarato il Presidente della S.I.A.E. Giorgio Assumma “fa sì che la tecnologia sia una vera alleata dei creatori delle opere, i cui diritti vengono troppo spesso negati. L’accordo con la più rappresentativa associazione delle radio nazionali, prende in considerazione il continuo evolversi delle tecnologie e salvaguarda i diritti degli oltre 80.000 autori ed editori aderenti alla S.I.A.E., le cui opere sono diffuse ogni giorno dalle emittenti radiofoniche, con i più avanzati e innovativi sistemi di trasmissione”.
“Sono molto soddisfatto” ha detto il Presidente della RNA Eduardo Montefusco “per il proficuo rapporto con la S.I.A.E., che negli anni si è consolidato sempre più, e ha visto una positiva collaborazione con le più importanti emittenti nazionali, per un corretto utilizzo del repertorio tutelato dalla S.I.A.E.. Stiamo adottando con la S.I.A.E. strumenti atti a valorizzare la musica italiana ed europea. Penso a iniziative comuni dedicate anche alla scoperta di giovani autori le cui modalità e la cui musica sarà diffusa dalle nostre emittenti”.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.