Respinta la causa sui diritti del film “L’Esorcista”

Un giudice federale ha respinto la causa intentata dal regista e dall’autore del film l’Esorcista contro la Warner Bros, nella quale i due sostenevano di detenere i diritti relativi alla nuova versione del film, uscito per la prima volta nel 1973.
Il giudice Baird ha deciso un modo avverso all’autore William Blatty e al regista William Friedkin, i quali sostenevano di aver contribuito con un proprio apporto originale alla nuova versione dell’Esorcista realizzando una propria elaborazione dell’opera originale.
Nella causa sostenevano che la Warner non avesse il diritto di distribuire la riedizione 2000 del film.
I due attori stanno inoltre agendo giudizialmente, in modo separato, nei confronti di Warner Bros, Turner Network Television e Turner Broadcasting System, accusati di aver occultato i profitti generati dalla pellicola allo scopo di non pagare le royalty pattuite.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.