Quanto durano i diritti d’autore d’autore in Italia?

Quanto durano i diritti d’autore d’autore in Italia? 70 anni o 76 anni e 8 mesi?
Il Centro Studi della SIAE ritiene “giuridicamente corretta” l’applicazione agli autori italiani della proroga di 6 anni e 8 mesi già prevista per francesi e inglesi. Il Presidente della SIAE, Giorgio Assumma aveva sollecitato il parere del Centro Studi nello scorso mese di dicembre, in vista della scadenza dei diritti a gennaio, in seguito alla richiesta del nipote del celebre drammaturgo.
In pratica, si tratta di applicare anche agli autori italiani il prolungamento della durata dei diritti previsto dal Trattato di Pace del 1947, che conferiva solo ai Paesi vincitori la possibilità di ampliare la durata dei diritti dei loro autori, aggiungendovi anche gli anni di guerra. L’Italia risultava esclusa da questa possibilità , non essendo tra le nazioni vincitrici del conflitto.
Così attualmente, dopo che in base a una Direttiva Europea i diritti d’autore per tutti i Paesi membri dell’ Unione sono di 70 anni dalla morte dell’autore, si verifica la situazione che, per esempio, gli autori francesi ed inglesi sommano i 70 anni dei loro diritti ai 6 anni e 8 mesi del periodo di guerra, mentre gli autori italiani restano fermi a 70 anni, con evidente squilibrio a loro danno. Gli autori inglesi e francesi, infatti, sono tutelati in tutt’Europa, quindi anche in Italia, per 76 anni e 8 mesi, mentre gli Italiani lo sono solo per 70.
Ma il cosiddetto accordo Trips stipulato, nel 1994, dalla maggior parte dei Paesi del mondo, ha eliminato ogni discriminazione tra Paesi vincitori e Paesi che hanno perduto la guerra, quindi gli autori italiani possono godere, nel proprio territorio e in quello europeo, della stessa durata dei diritti (76 anni e otto mesi) proprio per non essere discriminati rispetto ai propri colleghi stranieri.
La questione non riguarda solo Pirandello, ma anche i diritti di Grazia Deledda, Gabriele D’Annunzio e Cesare Pascarella e di altri autori che stanno per scadere nei prossimi anni.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.