Proprietà intellettuale e competitività delle PMI

Si è svolta a Roma il 10 e 11 dicembre 2009, presso la sede del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, la “Conferenza internazionale sulla Proprietà Intellettuale e la competitività delle micro e piccole e medie imprese”, patrocinata dalla Presidenza della Repubblica, e organizzata e finanziata da CNEL, Ministero degli Esteri, Ministero dello Sviluppo Economico, dall’Organizzazione Mondiale per la proprietà Intellettuale delle Nazioni Unite e dall’Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti. Il passaggio all’economia della conoscenza, la forza economica delle Micro, Piccole e Medie imprese; l’innovazione, il sistema dei diritti della proprietà intellettuale e il rapporto con la competitività : queste le tematiche al centro della Conferenza. L’Italia è uno dei principali attori innovativi al mondo, con circa 11 mila domande di brevetto presentate ogni anno all’ “Ufficio italiano brevetti e marchi”.
Le imprese italiane perseguono una tipologia di innovazione soprattutto di tipo incrementale e non formalizzata, che consente di esportare ed essere competitive. L’obiettivo è la crescita della consapevolezza delle opportunità che un’adeguata conoscenza del sistema dei diritti della proprietà intellettuale può fornire in termini di competitività , per mantenere un ruolo centrale nello sviluppo dell’economia della conoscenza del XXI secolo.
Maggiori informazioni al seguente indirizzo:
http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/conferenza_proprieta_intellettuale/

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.